Usabilità: sito internet usabile

Hai un’idea, un progetto, un sito web da sviluppare? Contattaci!

Richiedi un preventivo
Siti Web Sofitek

Un sito usabile non si improvvisa e garantisce "risultati" migliori perchè
oggi non è il web ad essere cambiato, quanto l'utente (2.0)
che è più attento e predilige un sito usabile.

Cosa si intende per usabilità di un sito internet?

Un sito si dice usabile quando l'interazione utente-sito si svolge con facilità e rapidamente. L'utente capisce subito cosa può fare e dove sono le informazioni importanti.

Il cosidetto "web 2.0" va in questa direzione. E' importante sottolineare che trattandosi di interazione "utente-sito" , l'usabilità è "relativa".

Un sito di foto (es: flickr.com) avrà un'usabilità diversa rispetto al sito di un ente pubblico o a quella di un blog. Tuttavia ci sono alcuni cardini su cui si fonda l'usabilità di un sito, almeno nella concezione attuale:

  • Il sito deve caricarsi velocemente
  • Il sito deve avere un aspetto armonioso, accogliente e confacente all'argomento che tratta e l'interfaccia di navigazione deve essere uguale in tutte le pagine
  • I testi devono essere piuttosto brevi e ben strutturati (semantici)
  • Il formato dei contenuti deve rispettare gli standard, in maniera da essere anche "accessibile" (concetto che si affianca all'usabilità)

Perché ricercare l'usabilità?

Il sito, ricordatelo, deve essere fatto per gli utenti.

Quando commissionate un sito, fidatevi di chi pone al centro gli interessi dei vostri utenti.

In fondo lo sapete anche voi, gli utenti del vostro sito sono i vostri clienti (potenziali) e bisogna averne cura.

Per essere "brusco", un sito non è un quadro che appendete nel vostro salotto e guardate solo voi e qualche amico. E' la vostra vetrina sul mondo.

Un italiano che vive a New York potrebbe arrivare sul vostro sito e chi lavora nel web in maniera professionale sa che "utente 2.0" significa proprio questo: progettare un sito per renderlo gradevole al più alto numero di persone. Oggi tutti usano internet e si aspettano il meglio. 

Sul vostro sito deve sentirsi a proprio agio sia chi è a digiuno di internet, sia chi è "utente 2.0", cioè utente più evoluto, che magari cura un proprio blog e potrebbe "parlare di voi nel suo blog". Lo farà solo se il sito è all'altezza. Devo questo concetto a Johnnie Maneiro; per approfondire potete andare su: 980km.com